Giannutri e il fantasma di Marietta

Isola di Giannutri

La legenda nasce attorno alla figura del capitano garibaldino  Gualtiero Adami

Il capitano pisano sbarcò all' isola nel 1882 insieme al fratello Osvaldo. Fratello che però decise di lasciare presto l' isola per  ritornare a casa. 
Gualtiero si fece allora raggiungere dalla giovane nipote Marietta Moschini, di cui si innamorò perdutamente. 
I due vissero insieme per sempre a Giannutri. 

Foto Ale Lauro

Nasce così la leggenda:

Il capitano arrivò al Giglio gravemente malato ai polmoni ed in condizioni di salute estremamente precarie. 
Poi, inaspettatamente e miracolosamente, guarì. 


L'aria buona dell'isola, il sole e il mare lo curarono. 

Visse così fino ad 80 anni accanto alla sua amata Marietta. 
Marietta che non accettò mai la morte del suo capitano e che dopo essere stata in solitudine, sparì improvvisamente. 

Di lei, nessuno mai seppe più nulla. 

La leggenda vuole che i vecchi pescatori  raccontano di questa misteriosa figura di donna con indosso un abito di tela marrone, consumato rotto e pieno di toppe. Figura che si aggira tra i ruderi della villa romana e che di notte si può ancora vedere o sentire mentre vaga sulla scogliera, lanciando grida di dolore e singhiozzando canti d'amore per il suo Gualtiero Adami.