Il Giardino di Daniel Spoerri


Uno dei più grandi esponenti del Nouveau Realisme, lo svizzero Daniel Spoerri 



nei primi anni '90 iniziò ad installare il suo parco delle sculture nel cuore della Maremma, a Seggiano. " Hic Terminus haeret" citazione di un verso dell' Eneide che significa "Qui aderiscono i confini", è il nome della fondazione nata nel 1997 e inaugurata dal ministero della cultura italiano. Ed è una l'insegna di accoglienza impressa sul cancello d'ingresso. 
103 opere, 50 artisti, 16 ettari di terreno. 
Insieme ai bronzi di Spoerri ci sono 79 installazioni da vedere con una passeggiata che dura almeno tre ore. Dal parco e dalla sua configurazione si deduce che Spoerri era un appassionato conoscitore del teatro dell'assurdo: le opere si nascondono fino a spiccare all'improvviso provocando nello spettatore il fascino dello scontro tra uomo e natura.